Rap italiano

Frankie HI-NRG rifà la sua cosa (e la fa bene)


E’ appena uscita l’autobiografia “Faccio la mia cosa” di Frankie Hi-NRG MC e l’artista è in tour in tutta Italia per promuovere e parlare del suo primo libro

Frankie HI-NRG è forse tra gli MC italiani che ha preso più a cuore la questione dell’ « edutainment » tanto cara alla Cultura Hip Hop e cioè quella di educare e cercare di « risvegliare le menti » intrattenendo e divertendo il pubblico. E così è stato anche lo scorso giovedì 9 maggio presso l’Aula Magna dell’Accademia di Belle Arti di Venezia durante uno degli incontri che Frankie sta tenendo in questo periodo in tutta Italia per promuovere la sua autobiografia appena uscita per Mondadori « Faccio la mia cosa » (titolo del tutto non casuale per chi conosce il suo repertorio).

Durante tutto il tempo dell’incontro, da MC che si rispetti, è riuscito a coinvolgere e divertire il pubblico formato perlopiù da studenti e professori e a rompere quell’atmosfera un po’ noiosa e pedante che inevitabilmente si genera in certi contesti accademici.

« Faccio la mia cosa » non è solo un racconto di fatti di vita personali e intimi ma è anche un breve saggio sull’ Hip Hop, sui personaggi-pietre miliari di questa Cultura, sugli album fondamentali, sulle tecniche e sugli stili. Il tutto narrato con arguzia, intelligenza, senso dell’umorismo e dovizia di particolari, tratti caratteristici di Frankie.

Come nei suoi pezzi dunque, Frankie, prende a cuore la questione dell’educazione soprattutto dei più giovani. In fondo, come lui stesso ha dichiarato durante l’incontro, l’Hip Hop è una Cultura nata più di 40 anni fa nel Bronx tra gruppi di ragazzini : giovani adolescenti che avevano bisogno di esprimersi e divertirsi cercando una soluzione alternativa al degrado e alla povertà.

E’ forse quella stessa grande forza creativa che ha mosso Grand Wizard Theodore a scoprire lo scratch e Kool Herc a mettere su il suo primo sound system ad aver cambiato la sua vita e quella di molti altri. Ma è anche e soprattutto amore: per la famiglia, per la comunità. Il libro di Frankie infatti è anche una sorta di omaggio a tutte quelle persone che hanno nutrito la sua vita : gli amici, i compagni e soprattutto i genitori abbracciando una dimensione che va oltre il mero individualismo e l’auto-celebrazione, trappole facili per tutti quegli artisti che hanno raggiunto rapidamente la fama ma non la giusta maturità interiore.

L’autobiografia contiene anche brani musicali inseriti a mo’ di colonna sonora nel testo, attraverso QR codes, quindi è un libro da leggere e nello stesso tempo ascoltare, per un’immersione a 360° nel mondo dell’Hip Hop. Buona lettura !

Tags
Show More

Laxmi

Laureata in musicologia con una tesi su John Cage, dopo essere stata per molti anni fan sfegatata di musica cosiddetta "colta", è rimasta folgorata da poco dallo spirito che pervade la Cultura Hip Hop e ha deciso di allargare i suoi orizzonti, rimettersi a studiare e a frequentare concerti (ringiovanendo di circa una ventina d'anni). Detesta gli accademici con la puzza sotto il naso e dalle vedute ristrette: in fondo la musica non è solo carne da dissezionare ma energia da vivere (magari ballando la break).

Related Articles

Back to top button