Cose dal mondoLive in townRappuso Mag

Ogni domenica a Bologna si crea l’Hip Hop tutti insieme grazie ad un laboratorio

Cosa c’è di meglio del poter passare una domenica pomeriggio all’insegna dell’Hip Hop in tutte le sue discipline?

Passare ogni domenica pomeriggio dalle 16:00 alle 20:00 a creare e sperimentare l’Hip Hop attraverso un laboratorio collettivo. Dove? A Làbas in vicolo Bolognetti grazie a 360 Hip Hop Culture: un laboratorio (con il nome e le sue modalità sempre in aggiornamento) che vuole creare un’atmosfera in cui tutti possano sentirsi parte attiva e fondamentale di questa cultura. Perché collettivo? Semplicemente perché si vuole tenere conto delle idee di tutti affinché questo progetto possa realizzarsi nel migliore dei modi possibili. Motivo per cui, come accennato in precedenza, il tutto sarà sempre in continuo aggiornamento e volta per volta potrebbero essere rivelati gli ospiti speciali previsti per la domenica successiva.

L’obbiettivo è quello di instaurare un luogo in cui nessuno sia solo l’allievo né solo il maestro, dove ognuno può portare il proprio contributo liberamente, senza obblighi, ma anche senza timore o vergogna. Un posto dover poter prendere coscienza di sé e di quello che circonda questa cultura attraverso anche eventuali dibattiti e momenti di riflessione su quelli che possono essere considerati i temi scottanti che riguardano la scena attuale.

L’idea, totalmente autogestita ed autofinanziata, nasce dalla voglia di creare una comunità attiva non solo sui social, un punto d’incontro che vuole permettere a tutti di potersi relazionare con le varie discipline e soprattutto vuole offrire la possibilità di mettersi in gioco mostrando le proprie skillz: per potersi perfezionare e crescere o anche per partire totalmente da zero e imparare a contatto diretto in un ambiente confortevole ed accessibile. Insomma, niente quasi da invidiare a quella che era la motivazione originaria dei primi Block Party di Kool Herc: unione, condivisione e rispetto. Nella casa dell’Hip Hop tutti sono uguali e tutti insieme si può imparare praticando e divertendosi.

Open mic, open turntable, open wall, open floor… open mind.

Particolare supporto per questa iniziativa lo si deve ai ragazzi di La Zecca: fucina musicale realtà, sempre situata a Làbas, per la produzione di musica autonoma. Il laboratorio (iniziato già da domenica 7 Ottobre) è aperto a chiunque voglia parteciparvi con entusiasmo. Le sole richieste: la passione e la propositività. Grazie ad ogni singola partecipazione si potrà fare molto collettivamente poiché il tutto non nasce già strutturato nei minimi dettagli, ma si servirà del punto di vista di chiunque voglia offrirlo per maturare e radicarsi.

Non perdete l’occasione di vivere l’Hip Hop a modo vostro! Portate il vostro contributo e la vostra energia!

Each one teach one

Tags
Show More

Nasty

Non ho mai fatto mio il consiglio di scegliere un solo obbiettivo nella vita: "cerco il mio spazio, coltivo dove tutti han detto che non cresce un cazzo" e non sono mai stata capace a descrivermi. Interessata a diversi ambiti nel mondo dell'arte e amante dell'Hip Hop da anni, mi piace l'idea di poter contribuire sempre in qualche modo a questa cultura.

Related Articles

Back to top button