Rappuso MagUncategorized

Rap e Cinema: i 5 film che devi assolutamente vedere

the art of rap 2012

THE ART OF RAP (2012) : Documentario diretto da Ice T e Andy Baybutt che vede come protagonisti i numerosi artisti che hanno contribuito a rivoluzionare la storia del rap. Le interviste rivolte, riguardano in particolare il mondo della scrittura e, di fatto, l’idea dell’intero prodotto cinematografico proposto dai due co-direttori nasce dalle domande che  Paul Toogood  pone ad Ice T su come siano nati i testi di “6 in the morning” e “colors”.

Wild Style 1983

WILD STYLE (1983) : Pellicola di notissima icona sociale, prodotta da Charlie Ahearn. Una rivoluzione culturale singolare quella descritta dal capolavoro cinematografico Wild Style che è riuscito a influenzare album del calibro di Illmatic di Nas, Midnight Marauders degli A Tribe Called Quest, Black Sunday dei Cypress Hill, Resurrection di Common e Check your Head dei Beastie Boys

House Party 1990

HOUSE PARTY (1990) : Il trendsetter del cinema hip hop per quanto riguarda la tematica della goliardia e delle feste. Una pellicola che fonda la sue intenzioni nel cinema mainstream made in USA

Krush Groove 1985

KRUSH GROOVE (1985): La storia racconta la nascita della Def Jam Records per mano del produttore discografico Russell Simmons. Le vicende vedono partecipi gli artisti più importanti della storia del rap come i Run DMC, LL Cool J, i Beastie Boys e Rick Rubin 

Do The Right Thing 1989

FA’ LA COSA GIUSTA (1989): Considerato uno dei lavori più importanti di Spike Lee lo citeremo nella nostra lista non perchè film squisitamente hip hop, ma per il fatto che abbia contribuito molto a far conoscere le realtà di cui molti testi rap sono portavoce. La vicenda principale della pellicola, sita ad Harlem, è un evento successo realmente negli anni ’40.

Tags
Show More

Imen

Di Parma. Attualmente studia a Roma presso la facoltà di chimica Si appassiona alla musica in senso lato ma più specificamente al blues e al jazz. Non vede di malocchio il rap underground americano tanto che il suo artista preferito potrebbe dirsi essere MF Doom Si occupa dell’approfondimento “WikiRap” nella trasmissione de “Il Rappuso” oltre che ad essere una sua speaker.

Related Articles

Back to top button