Interviste

Walter Bonnot lancia un Contest insieme al suo 1° Greatest Hits

L’intervista di oggi è con Walter Buonanno, in arte Bonnot, dj e produttore musicale di classe A, con oltre 60 dischi tra progetti personali e collaborazioni, e più di mille concerti tra Europa, Stati Uniti, Emirati Arabi e Sudafrica.
Durante il suo percorso artistico cominciato in Italia, e poi all’interno del gruppo di Assalti Frontali – la carriera di Bonnot prosegue come produttore della scena più impegnata del rap italiano, insieme ai Colle Der Fomento, Inoki, Dj Gruff e con collaborazioni con artisti come Caparezza ed Esa.


Se ci soffermiamo solo sulle hightlighs, scopriamo un percorso di importanti progetti su diversi generi musicali, tra Europa, Giamaica e Stati Uniti – e negli ultimi anni si è concentrata sulle release estere, collaborando ad esempio con il rapper M1 del duo Dead Prez (NY/USA), producendo poi la leggenda inglese General Levy, con cui collabora da oltre 10 anni. Con M1 ha prodotto canzoni insieme a Snoop Dogg e Prodigy dei Mobb Deep, una vera leggenda dell’hip hip mondiale.


La notizia bomba del momento è che Bonnot, per la prima volta, in occasione dei suoi 15 anni di carriera internazionale, esce (dal 5 giugno) su Spotify e in tutti i portali digitali, con la realizzazione del suo primo hip hop Greatest Hits “Hip Hop Dopest Joints” – che racchiude le sue più importanti produzioni della scena hip hop italiana e americana. Questa raccolta segna uno speciale tributo alla cultura hip hop mai realizzato prima e inoltre nasce insieme alla creazione di un CONTEST che darà l’opportunità ad artisti emergenti di farsi notare e di vincere una produzione inedita con l’etichetta Bonnot Music.


Innanzitutto grazie mille Walter per aver accettato quest’intervista. Partiamo introducendo il tuo nuovo Greatest Hits “Hip Hip Dopest Joints”, qual è il filo conduttore e in cosa si differenzia la tua raccolta hip hop?


La mia raccolta “Hip Hop Dopest Joints” è il frutto di 15 anni di produzione nell’ambiente Hip Hop. Ho voluto dare un tributo all’Hip Hop come cultura e come generi, selezionando questo tipo di produzioni. Il motivo principale di questa scelta è legato al fatto che l’Hip Hop si è rivelata una parte importante della mia vita e della mia carriera. Una cosa che mi è piaciuta tantissimo è stata l’idea di mettere a disposizione tutte le strumentali: è la prima volta della mia carriera, che metto insieme 23 strumentali della mia musica, in ambito Hip Hop. Questo mi fa molto piacere e l’intento è che faccia molto piacere ai partecipanti del Contest.


Ci parli dell’iniziativa del tuo Contest, che accompagna l’uscita del Greatest Hit dove il premio sarà una produzione con Bonnot Music, come funziona?


Il Contest darà la possibilità a tutti i ragazzi di scegliere il mood preferito, non si basa su un’unica traccia ma ognuno potrà scegliere tra ben 23 mood diversi con cui cimentarsi e potersi mettere alla prova al meglio. Sicuramente ci sarà chi è più propenso a un mood malinconico, chi più energico e chi più allegro. E quindi penso che tutti potranno dare il meglio di sè in questo contest, in più hanno l’opportunità di vincere una produzione originale, per realizzare un singolo che uscirà per la mia etichetta Bonnot Music. Speriamo di conoscere tanti nuovi talenti, sono molto curioso e non vedo l’ora di ascoltare le rime che usciranno su queste strumentali.


Gli artisti avranno tempo di postare su Instagram, il video rap di 1 minuto, sulla base a scelta, fino al 19 giugno. Il premio finale è una produzione inedita con Walter Bonnot. Scrivi le tue barre e posta un video sul tuo profilo IG, usando l’hashtag #bonnotmusic e taggando @dj_bonnot. I dettagli del regolamento si trovano sulla pagina IG #bonnotmusic e sul sito internet.

Tags
Show More

Arianna Caracciolo

Ary nasce a Milano ma con origini isolane e particolare attaccamento alla Sardegna. Cresce nella zona ovest di Milano insieme alle crew di writers, break dancer, djs e rapper della zona, alcuni dei quali sono poi diventati famosi artisti. Frequenta i palchi per seguire i suoi amici e nel 2004 diventa giornalista iniziando a collaborare per grandi concerti ed eventi. Successivamente approda nelle realtà discografiche di Milano, inizialmente come assistente al booking fino a diventare consulente nell'area organizzativa di spettacoli musicali e del sistema logistico dei concerti. Attualmente è ancora focalizzata nel settore eventi e si occupa anche di promozione e realizzazione di articoli e interviste, soprattutto nella scena rap, hip hop e dub direttamente da Londra, dove vive da oltre 5 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close