News

Medy: è online “Nove chiamate – Il film”

Il cortometraggio che racconta un capitolo significativo della vita del giovane rapper

In quest’ultimo anno, Medy ha raccontato la sua vita attraverso i testi delle canzoni. Adesso a parlare sarà lui, in prima persona, nel cortometraggio “NOVE CHIAMATE – IL FILM”, online sul suo canale YouTube da martedì 6 dicembre.

L’arresto, il processo, la fuga, la latitanza, la cattura e la detenzione.

Le immagini raccontano uno dei periodi più difficili della vita di Medy. Il cortometraggio inizia con la fuga, ancora minorenne, dagli assistenti sociali durante il processo. Da questo momento in poi c’è un periodo di latitanza di tre mesi, in cui viene accolto da una ragazza e ospitato a casa sua, fin quando, però, le autorità non riescono a trovarlo e viene definitivamente arrestato per evasione e possesso di droga.

Il rapper ti fa entrare nel suo mondo mostrando un lato che in pochi hanno il coraggio di svelare: la realtà. Purtroppo nella vita ci sono eventi che ti possono ostacolare, un passato che non ti ha dato mai tante possibilità e che ti ha costretto ad intraprendere strade sbagliate, persone che ti hanno salvato e altre che ti hanno fatto crollare.

Comprendere i propri sbagli, migliorarsi sempre, porsi degli obiettivi e inseguire i propri sogni può sembrare retorico, ma a volte è l’unico modo per uscirne.

El Mehdi El Marbouh in arte Medy Cartier, è un artista italo-marocchino, nato e cresciuto a San Donato, un quartiere periferico di Bologna. Nel novembre del 2020 esce il primo singolo “Chiamare“, che ottiene milioni di visualizzazioni su tutte le piattaforme e lo posiziona come uno tra gli emergenti più interessanti della scena. Nella primavera del 2021, arriva la chiamata di Sony Music a testimoniare la validità del progetto artistico. Il singolo “Malasuerte” rappresenta quindi l’inizio del nuovo percorso di Medy, con un brano in cui la storia del protagonista, ragazzo di strada cresciuto in periferia, si rispecchia nella vita vera dell’artista. Il brano successivo, “Sezione” feat. 167 Gang, invece, va ancora più a fondo nel racconto autobiografico di Medy, riportando la realtà nuda e cruda della sua adolescenza travagliata, riprendendo e approfondendo il discorso con i due singoli successivi “9 ore” e “Perdite”. Il rapper, però, mostra al suo pubblico un lato più romantico con i singoli “Ma Jolie” feat. Anna, “Bisous” (certificato oro) e “Possessivo”, tracce che fa conoscere l’artista al grande pubblico con importanti risultati nelle classifiche. A luglio collabora con Villabanks e Ava nel singolo “Tête”, che raggiunge più di 30 milioni di stream su Spotify. Medy ha all’attivo oltre 85 milioni di streaming audio e video, con più di 2 milioni di ascoltatori mensili su Spotify. A ottobre pubblica il suo ultimo singolo “Tchikita” e successivamente collabora di nuovo con 167 Gang nel singolo “Sezione 2”.

Federico

Steek nasce in un piccolo paesino della Sardegna negli ’80 per poi emigrare con la valigia di cartone e una sfilza di dischi hip-hop nella capitale. Durante la seconda metà degli anni ’90 viene folgorato dalla cultura hip hop in tutte le sue forme e discipline, dapprima conoscendo il rap Made in USA, arrivando poi ad appassionarsi al rap Made in Italy grazie ad artisti storici, quali: Assalti Frontali, Otr, Colle der fomento, Sangue Misto e molti altri. Fondatore della page “Il Rappuso” che lo porta a collaborare con tutta la scena rap underground italiana, mette la sua voce e la sua esperienza al servizio di LOWER GROUND con la trasmissione che prende il nome dalla sua creatura “IL RAPPUSO”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button