IntervisteRap italiano

Gettoni Ep , la nuova saga di Shades of Soul – Intervista a UanmNess

Gettoni è un Ep che fa parte di una collection di Ep ( Shades of Soul ) che negli anni sono stati pubblicati fra un disco e l’altro da UanmNess (conosciuto ai temi di Bm Records e Trumen Records come Ness).
L’Artista Salernitano, testa Hip Hop, rapper, produttore e discografico, annuncia il suo disco ufficiale che sarà pronto probabilmente entro la fine del 2022, pubblicando sugli store digitali questo nuovo Ep e un video correlato. Durante questa intervista abbiamo approfondito con lui il cambio di nome, i rapporti con Trumen Records, qualcosa in più su Gettoni e sulla sua nuova avventura discografica rappresentata dal brand 33 Db Good Noise.

Era una cosa che volevo chiederti da tempo, come mai da Ness a UanmNess?

Partiamo dall’inizio. Non sono mai stato in grado di darmi un nome, figuriamoci un nome “figo” da rapper, quindi ho lasciato che lo facessero gli altri, anche perchè sono gli altri ad usarlo più di me.

All’inizio era NESSUNO, dato dall’intercalare che si usa dalle mie parti “si ma non si nisciun” (si ma non sei nessuno), parole che mi sono sentito dire molto spesso quando ho iniziato con la musica.

In seguito, all’inizio del mio percorso da solista, durante una sessione in studio, Fabio Musta disse semplicemente “Ness suona meglio di Nessuno” e iniziò a presentarmi a tutti come Ness.

UanmNess nasce invece durante gli anni in cui ho vissuto a Torino.

Per la maggior parte delle mie conoscenze io ero “napoletano” quindi tra i vari nomignoli che mi venivano attribuiti per scherzo naturalmente c’era “Uanm”.

Mastafive lo usò prima del Ness, non suonava male, l’idea di far impazzire le persone nel pronunciare il mio nome ha definito la scelta finale (ndr Ride!). Prometto di non cambiarlo più.

Come mai è finita con la Trumen Records?

Con Trumen Records è finita in maniera naturale a scadenza di contratto.

Le mie precedenti esperienze con le etichette si limitavano ad accordi di licenza e distribuzione di opere da me prodotte artisticamente nella totale indipendenza.

Dopo la bellissima collaborazione con BM Records, dove appunto come label mi supportarono nella pubblicazione e promozione del disco Philosophy, arrivò l’offerta di Trumen.

Con quest’ultimi l’accordo venne siglato prima della realizzazione dell’album e per uno “squattrinato” come me avere uno studio a disposizione e poter contare su qualcuno dall’inizio del progetto era oro colato, quasi un onore.

Nel percorso con loro ci sono stati sicuramente alti e bassi e qualche scazzo come credo sia naturale nelle collaborazioni durature, ma alla fine io non posso che ringraziare Roby come tutte le persone, prima e dopo di lui, che hanno creduto in me e nella mia musica.

Dopo “Prince Cafè” prodotto con Trumen ho vissuto un periodo non facilissimo dal punto di vista personale, cosa che mi ha tenuto un po’ lontano dal produrre nuova musica, quindi il tempo ha sciolto gli ultimi legami tra di me e la label.

Copertina ufficiale di Gettoni Ep

Old Harlem e poi 33Db Good Noise. Mi parli di queste due realtà? Una è una sotto etichetta dell’altra ? Insomma, mi fai un attimo di ordine?

Ho fondato Old Harlem Serious Music nel 2019 in seguito all’apertura del mio primo studio di registrazione. Old Harlem è una label che gestisco prevalentemente da solo, anzi diciamo che prima di essere una label è la mia missione, per questo resto solo a gestirla almeno per adesso.

In poche parole metto a disposizione tutta la mia esperienza a supporto dei giovani artisti del mio territorio che hanno voglia di intraprendere una carriera nel mondo della musica con un approccio vero, serio e passionale. Oltre ai consigli e le dritte offro il mio studio e le mie competenze, distribuzione, consulenze sui diritti di autore e burocrazie valide ecc, il tutto senza chiedere soldi o cose in cambio se non la fiducia e serietà nel rapporto con me.

Con questo mi piacerebbe semplicemente dare il supporto che non ho avuto io partendo da un territorio di provincia. L’esperienza che ho maturato nei posti dove la musica si fa per lavoro penso debba essere condivisa in posti come quello in cui vivo, dove la voglia di emergere è tanta ma competenze, strutture e consapevolezze scarseggiano.

Da Old Harlem nasce 33db, un progetto più strutturato formato da più professionalità che lavorano alla valorizzazioni di progetti musicali. 33 db è un mix tra label e casa di produzione, agli artisti viene fornito supporto a 360 gradi dalla produzione all’uscita e dalla musica alle immagini.

Qui a differenza di Old Harlem vengono stipulati veri e propri accordi discografici con gli artisti e si punta alla crescita comune all’interno dell’industria. Il tutto sempre rispettando l’arte e l’idea di chi collabora con noi. Riassumendo Old Harlem e 33db solo figli dello stesso seme che hanno prerogative e obiettivi differenti, quindi si presentano come due realtà separate.

Arriviamo a Gettoni Ep. Questo è il volume 4 di una saga che tiri fuori fra un disco e l’altro. Cosa dice del disco che verrà? Cosa anticipa?

E’ la prima volta che tiro fuori un volume di Shades of Soul durante la scrittura del mio prossimo disco, per questo mai come ora sto anticipando così tanto su ciò che conterrà il mio album futuro.

Musicalmente nel mio prossimo lavoro ci saranno diversi pezzi con il mood di Gettoni ma la verà anticipazione sta nei contenuti.

Senza andare troppo nello specifico per non togliere spazio all’interpretazione personale di chi ascolterà i brani, posso dire Gettoni e il mio futuro disco hanno lo stesso concept sui contenuti, le grosse differenze saranno sulla parte musicale e su come il tema centrale viene sviluppato.

In Gettoni Ep ci sono degli anti-eroi, dei cattivi. Come mai sono loro i protagonisti?

Personalmente non amo quasi mai i protagonisti o gli eroi di turno in una storia ma resto sempre fortemente interessato alle figure gregarie o contrapposte al protagonista. Mi intriga tantissimo come vengono scritti i personaggi cattivi e le loro back story perchè al di là del lato malvagio di solito in un buon personaggio c’è sempre quel fattore umano che non traspare quasi mai.

Nei film, nei libri e nella maggior parte delle opere l’eore o il protagonista vince, lo sai dall’inizio ed è giusto anche che sia cosi. C’è sempre un idea o una morale che vince e una che perde ed è giustamente scontanto che la morale “giusta” alla fine sia quella dell’eroe soprattutto nei casi in cui il cattivo sia uno spietato assassino o un semplice amante della distruzione totale.

Personalmente volevo andare oltre a tutto questo. Ho voluto immaginare che il cattivo per una volta sia solo qualcuno che vive la situazione a suo modo, semplicemente un modo diverso di contrapporsi alla figura del vincitore figo che bacia la bella di turno dopo averla salvata alla fine della favola.

Se la penso cosi mi sento molto vicino a loro e riesco a immedesimarmi perfettamente nella parte più umana del cattivo preso in esame, cosi da far diventare Bowser una tartaruga che beve vino perchè vive un amore non corrisposto, Gargamella screditato perchè non è abbastanza alla moda rispetto a maghi più quotati o Donkey Kong un insicuro cronico con disagio nello stare in mezzo aglia altri.

Onestamente i cattivi sono sempre più fighi!

Se pensi ai tuoi fumetti, film o libri preferiti invece quali sono i cattivi in cui ti rispecchi di più?

Gli unici due cattivi in cui riesco a rispecchiarmi sono Vegeta di Dragon Ball e il Joker di Joaquin Phoenix. Il primo perchè nonostante il suo caratte duro e ostinato riesce a schierarsi con i “buoni” mostrando quindi un’indole non malvagia.

Il secondo è un personaggio martoriato da traumi passati che lo rendono un reietto nella società, quella stessa società che sembra non contemplare persone “deboli” come lui, quindi la cattiveria in un certo senso viene quasi “giustificata” e ho empatizzato molto con Joker sotto questo punto di vista.

Cosa vuoi far arrivare con questo progetto, con Gettoni Ep ?

La musica e la cultura Hip Hop mi hanno reso una persona migliore di quella che sarei diventato senza. Mi ha dato spunti di riflessione, coraggio e conoscenze che da solo avrei trovato difficilmente.

Faccio musica per rendere indietro quello che mi è stato dato dalla musica stessa, spero sempre che chi ascolta possa trovarci qualcosa che in un certo senso possa aiutare, quasi come se si fosse amici.

In Gettoni implicitamente parlo del rapporto con noi stessi in relazione agli altri e dell’introspezione che ciò comporta. Il messaggio che cerco di dare è che alla fine c’è sempre un motivo in noi o in persone a noi vicine che ci spinge a credere nel bene e a stare bene.

Per quanto si può rimanere impigliati in insicurezze e in pensieri negativi ci saranno sempre cose come passioni, amore e amicizia che ci tireranno fuori dal nostro fondo. Credo che ascoltando bene Gettoni Ep questo arrivi.



Redazione

Il Rappuso nasce come pagina dedicata ai veri amanti del Rap italiano e promuove artisti sia emergenti che affermati. Per aiutare la cultura Hip-Hop ad espandersi, cerchiamo ogni giorno di mostrarvi video, date di concerti. recensioni, biografie, interviste, foto e notizie riguardanti artisti Rap del nostro bel Paese.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button